N° 21 - Alfa Romeo 1900


Il 1900 fu il progetto che risollevò l’Alfa romeo dalle ceneri della guerra. Si diceva : queste nuove vetture sono auto da corsa camuffate da berlina a sei posti. Veramente per entrare in sei occorreva togliersi cappotto e giacca. Poi venne la Sprint con 100 CV e la Super Sprint con 115 Cv che faceva 180 km/h.  L’Alfa Romeo aveva il progettista giusto (Orazio Satta Puliga) al momento giusto e la carrozzeria Touring provò a disegnare una nuova forma, mantenendo le linee base di un frontale Alfa Romeo ma conservando pure le linee della 2500 Villa d’Este sotto i fari.  Nel 1950 si vide il coupè 1900 Sprint con fanalini rotondi. La linea della carrozzeria girava sotto l’apertura del baule. Finalmente nel 1955 La Touring studiò un coupè 2+2 e poi la Super Sprint del 1956 con una linea elegantissima per ornamenti ridotti al minimo e slancio della linea e le proporzioni. Pochi cabriolet, sul talaio della 1900, completarono le realizzazioni della Carrozzeria Touring.