N° 7 - La carrozzeria Weymann


L’avvocato Bianchi Anderloni con il suo passato sportivo  e con la sua esperienza sulle vetture di grande livello si trovava nella situazione migliore per intraprendere la strada  delle innovazioni a partire dal primo problema: quello del peso delle vetture, il primo ostacolo al raggiungimento di maggiori velocità. Charles Torres Weymann nello stesso periodo stava affrontando lo stesso problema.  Iniziò a sostituire la copertura in lamiera delle scocche in legno con coperture in finta pelle o pegamoide e poi volle risolvere il problema degli incastri fra le varie parti in legno della struttura per evitare che, col tempo  iniziassero a scricchiolare ed inoltre un migliore fissaggio al telaio.  In Italia intervenne Bianchi Anderloni che ottenne la licenza Weymann per la Lombardia  con tutto quello che seguì.