N° 8 - Ferrari Barchetta


Dopo la morte del padre Felice Bianchi Anderloni, tutto il peso della Carrozzeria Touring cadde sulle spalle del figlio Carlo Felice. Proprio in quel periodo Enzo Ferrari cercava di fabbricare qualche vettura, anzi almeno una decina, da portare nelle gare più celebri per dimostrare che la Ferrari  ormai produceva automobili.. Vetture leggere, aerodinamiche, veloci, diverse da tutte le concorrenti. Così prese contatto con la Touring Superleggera. Ecco allora la preoccupazione di Carlo Felice. Era il suo primo importante progetto dopo la gestione di suo padre, se avesse sbagliato avrebbe perduto la fiducia non solo di  Enzo Ferrari ma di molti altri clienti a partire dall’Alfa Romeo. Bianchi Anderloni, Chinetti,  Keith Bluemel e Gianni Agnelli scrivono la storia della “barchetta”.